Crea sito

Il controllo della frizione: come imparare a sentire il punto di stacco

Da quando ho creato questo sito, moltissime persone nei commenti mi chiedono aiuto proprio sulla frizione: non riescono a controllarla bene (specialmente in partenza), a volte la macchina muore, ecc. Ora ho deciso di scrivere un articolo specifico sul controllo della frizione proprio per risolvere tutti i dubbi su questo delicato meccanismo.

Per chi sta imparando a guidare, la prima grossa difficoltà da affrontare riguarda la frizione. Capire l’uso della frizione è importantissimo per guidare correttamente:

  • La frizione è indispensabile nella partenza, perché un buon uso di frizione e acceleratore ti permette di partire velocemente senza far morire la macchina. Nella partenza in salita si aggiunge poi la difficoltà di dover controllare anche il freno.
  • La frizione è importante anche durante la marcia, perché anche quando cambi le marce devi saper coordinare bene i pedali di frizione e acceleratore. Altrimenti la macchina farà dei ‘sussulti’ poco belli da sentire, o la frizione si potrebbe usurare.

Per riuscire a controllare bene la frizione ci vuole un po’ di tempo e bisogna esercitarsi molto; è quindi una cosa normale che, pur avendo fatto molte guide, a volte la macchina muoia, o comunque ci siano ancora delle difficoltà con la frizione. Solo con molto esercizio svilupperai la sensibilità necessaria e la giusta coordinazione dei pedali.

Sentire il punto di stacco della frizione

Sentire il punto di stacco della frizione è fondamentale per riuscire a partire correttamente e velocemente, senza correre il rischio di far ‘morire’ la macchina. Il punto di stacco della frizione lo individui così:

  1. Accendi la macchina e metti la prima marcia; tieni il piede sinistro sulla frizione, il piede destro poggiato a terra.
  2. Solleva il piede sinistro dal pedale della frizione piano piano, finché non senti che il pedale comincia a ‘vibrare‘ (sotto il piede ad un certo punto dovresti sentire chiaramente il pedale che fa una specie di ‘vrrr vrrr’; non fortissimo, ma comunque percettibile). Quello è il punto di stacco. La vibrazione che senti serve proprio ad avvertirti che se sollevi ancora un po’ il pedale, la macchina morirà (a meno che tu non gli dia gas).

Trucchi per sentire meglio la frizione della macchina e imparare prima quando stacca

Per avvertire meglio il punto di stacco (la ‘vibrazione’) della frizione, prova a fare così:

  • Scegli le calzature adatte: finché stai imparando a guidare, evita di indossare tutti quei tipi di scarpe che ti possono dare problemi con la frizione: i tacchi alti, o le suole troppo lisce possono farti scivolare sul pedale; le suole troppo spesse (zattere, anfibi, ecc.) ti impediscono di sentire bene la vibrazione della frizione. L’ideale è indossare un paio di normali scarpe da ginnastica.
  • Solleva il pedale della frizione tenendolo solo con la punta del piede sinistro: in questo modo dovresti riuscire a sentire meglio la ‘vibrazione’. Questo trucchetto è utile anche quando sali su una macchina nuova, che non conosci, per capire meglio quando stacca la frizione.
  • Ricorda che ogni auto è diversa: alcune auto hanno la frizione ‘alta‘ (cioè il punto di stacco avviene abbastanza avanti, devi sollevare di più il piede per sentirlo), mentre altre ce l’hanno ‘bassa‘ (si innesta molto presto, non occorre sollevare il piede tanto). La tua macchina può essere diversa da quella della scuola guida, per cui devi proprio abituarti a ‘sentire’ la frizione, non puoi fare le cose automaticamente o a memoria, altrimenti rischi di sbagliare.

Vedi tutti i consigli per imparare a guidare:

Esame pratico per la patente B: impara a guidare così come viene richiesto nelle autoscuole.

128 Risposte a “Il controllo della frizione: come imparare a sentire il punto di stacco”

  1. In poche parole si devè lasciare poco la frizione, e dopo si accelera ? L’altro giorno si e spenta la macchina sono andata in panico serio

  2. Buonasera,

    ho appena preso la patente. Tra poco comincerò a guidare un’automobile tutta mia, da sola e ho, come tutti, un po’ di paura.
    Il mio timore è legato, soprattutto, al tipo di macchina che probabilmente guiderò: un’auto a benzina.
    L’auto dell’autoscuola era a diesel (cilindrata 1000) e difficilmente si spegneva il motore.
    Mi è capitato di sentire, da più di qualcuno, che alle auto a benzina, il motore si spegne con più facilità e che sono più difficili da guidare.
    Ho paura soprattutto che il motore mi si spenga, ripartendo dagli STOP, semafori, ecc.
    Mentre ancora avevo il foglio rosa, mi è capitato di provare un’auto a benzina (cilindrata 1400) ed effettivamente, ogni tanto, si spegneva, quando dovevo ripartire. E’ possibile che io abbia avuto più difficoltà, non solo per inesperienza, ma anche per via del fatto che il motore era più “potente” (1400 contro 1000)?

    Quanto tempo si impiega, solitamente, per abituarsi al “nuovo sistema”?

    Grazie.

  3. Mi sento abbastanza fortunata, ho trovato un’istruttrice che dopo solo due ore di guida(mai guidato prima) mi ha spiegato per bene inversioni, partenza in salita, cambio marce, utilizzo dei comandi ecc.
    Le prime tre guide sono state un disastro, alla quarta mi sono imposta di stare calma e tenere una velocità moderata e non sembrava nemmeno che la stessi portando.
    Spero di acquisire tanta sicurezza per l’esame
    P.S. In bocca al lupo a tutti, nessuno nasce pilota! Andate alla velocità che sentite di poter tenere, anche 40 se serve, e andrà tutto bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.