Controllo e manutenzione degli pneumatici

Controllare periodicamente gli pneumatici della propria automobile è importante per la buona manutenzione degli stessi; rivolgiti al tuo meccanico di fiducia, e vedrai che oltre ad avere il vantaggio di un’auto più stabile e sicura alla guida, potrai anche ridurre le spese di carburante ed inquinare di meno.

controllo, manutenzione e cambio degli pneumatici

Controllo della pressione degli pneumatici

Controllare la pressione degli pneumatici è molto importante per la sicurezza, per l’ambiente e anche per il portafogli. In effetti il controllo periodico  e accurato permette di far durare di più gli pneumatici.

Convergenza ed equilibratura delle ruote

Sono controlli da effettuare sulle ruote per consentire un contatto ottimale tra ruote e asfalto, a vantaggio sia della sicurezza sia dei consumi.

EQUILIBRATURA:  rende perfettamente omogenea la rotazione delle gomme . Se questa non viene effettuata, può capitare che l’asse di rotazione non sia in linea con la massa dello pneumatico. Il problema si risolve applicando particolari pesi autoadesivi.
Ogni combinazione pneumatico-cerchione ha una distribuzione dei pesi diversa, che va bilanciata.
L’equilibratura delle gomme va effettuata tutte le volte che queste vengono sostituite, dato che ruote non equilibrate diventano un pericolo per una guida corretta, provocando forti vibrazioni al volante, oltre a un aumento dell’usura.

CONVERGENZA: può essere necessaria soprattutto nel caso di pneumatici più usurati da un lato, oppure quando, abbandonando per pochi istanti il volante della propria auto, si nota che l’auto tende a sbandare.

Cambio pneumatici in primavera e autunno

È necessario fare il cambio degli pneumatici in due momenti dell’anno, primavera e autunno; ogni anno ci sono date ben precise entro cui fare il cambio.

Ci sono delle differenze tra gomme estive e gomme invernali che le rendono subito distinguibili:

GOMME INVERNALI: presentano varie scanalature, grandi e piccole, lungo tutta la circonferenza; in questo modo , permettono all’acqua di uscire lateralmente e ridurre l’effetto aquaplanning, assicurano quindi più aderenza sul bagnato. La forma dei tasselli è più sottile per consentire una presa migliore sulla neve. La miscela di gomma è più morbida in modo da risultare ben aderente all’asfalto anche a basse temperature,

GOMME ESTIVE: presentano meno scanalature; la forma dei tasselli è più spessa. La miscela della gomma è più dura e quando arrivano le basse temperature si indurisce ulteriormente, compromettendo la tenuta di strada soprattutto in curva e in frenata.
Perché è necessario mettere queste gomme con l’arrivo della bella stagione?

  • Per assicurare alla vettura le migliori prestazioni.
  • Per inquinare di meno: con le gomme invernali si ha un maggior consumo di benzina e anche un maggior riscaldamento e consumo del battistrada, producendo più inquinamento in più.
  • Per non incorrere in una multa.

N.B.: Chi ha le gomme “quattro stagioni” non è obbligato a fare nessun cambio, può tenere sempre quelle in tutte le stagioni.

IMG: Max Pixel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.