Crea sito

Il controllo della frizione: come imparare a sentire il punto di stacco

Da quando ho creato questo sito, moltissime persone nei commenti mi chiedono aiuto proprio sulla frizione: non riescono a controllarla bene (specialmente in partenza), a volte la macchina muore, ecc. Ora ho deciso di scrivere un articolo specifico sul controllo della frizione proprio per risolvere tutti i dubbi su questo delicato meccanismo.

Per chi sta imparando a guidare, la prima grossa difficoltà da affrontare riguarda la frizione. Capire l’uso della frizione è importantissimo per guidare correttamente:

  • La frizione è indispensabile nella partenza, perché un buon uso di frizione e acceleratore ti permette di partire velocemente senza far morire la macchina. Nella partenza in salita si aggiunge poi la difficoltà di dover controllare anche il freno.
  • La frizione è importante anche durante la marcia, perché anche quando cambi le marce devi saper coordinare bene i pedali di frizione e acceleratore. Altrimenti la macchina farà dei ‘sussulti’ poco belli da sentire, o la frizione si potrebbe usurare.

Per riuscire a controllare bene la frizione ci vuole un po’ di tempo e bisogna esercitarsi molto; è quindi una cosa normale che, pur avendo fatto molte guide, a volte la macchina muoia, o comunque ci siano ancora delle difficoltà con la frizione. Solo con molto esercizio svilupperai la sensibilità necessaria e la giusta coordinazione dei pedali.

Sentire il punto di stacco della frizione

Sentire il punto di stacco della frizione è fondamentale per riuscire a partire correttamente e velocemente, senza correre il rischio di far ‘morire’ la macchina. Il punto di stacco della frizione lo individui così:

  1. Accendi la macchina e metti la prima marcia; tieni il piede sinistro sulla frizione, il piede destro poggiato a terra.
  2. Solleva il piede sinistro dal pedale della frizione piano piano, finché non senti che il pedale comincia a ‘vibrare‘ (sotto il piede ad un certo punto dovresti sentire chiaramente il pedale che fa una specie di ‘vrrr vrrr’; non fortissimo, ma comunque percettibile). Quello è il punto di stacco. La vibrazione che senti serve proprio ad avvertirti che se sollevi ancora un po’ il pedale, la macchina morirà (a meno che tu non gli dia gas).

Trucchi per sentire meglio la frizione della macchina e imparare prima quando stacca

Per avvertire meglio il punto di stacco (la ‘vibrazione’) della frizione, prova a fare così:

  • Scegli le calzature adatte: finché stai imparando a guidare, evita di indossare tutti quei tipi di scarpe che ti possono dare problemi con la frizione: i tacchi alti, o le suole troppo lisce possono farti scivolare sul pedale; le suole troppo spesse (zattere, anfibi, ecc.) ti impediscono di sentire bene la vibrazione della frizione. L’ideale è indossare un paio di normali scarpe da ginnastica.
  • Solleva il pedale della frizione tenendolo solo con la punta del piede sinistro: in questo modo dovresti riuscire a sentire meglio la ‘vibrazione’. Questo trucchetto è utile anche quando sali su una macchina nuova, che non conosci, per capire meglio quando stacca la frizione.
  • Ricorda che ogni auto è diversa: alcune auto hanno la frizione ‘alta‘ (cioè il punto di stacco avviene abbastanza avanti, devi sollevare di più il piede per sentirlo), mentre altre ce l’hanno ‘bassa‘ (si innesta molto presto, non occorre sollevare il piede tanto). La tua macchina può essere diversa da quella della scuola guida, per cui devi proprio abituarti a ‘sentire’ la frizione, non puoi fare le cose automaticamente o a memoria, altrimenti rischi di sbagliare.

Vedi tutti i consigli per imparare a guidare:

Esame pratico per la patente B: impara a guidare così come viene richiesto nelle autoscuole.

128 Risposte a “Il controllo della frizione: come imparare a sentire il punto di stacco”

  1. @Giorgia: Ciao Giorgia, non sei l’unica ad avere di questi problemi! ^^ Hai semplicemente bisogno di un bel ripasso, e di fare esercizio con quest’auto. Chiedi aiuto a qualche amico/parente perché ti assista durante le guide; inizia in modo graduale, partendo dalle manovre più semplici (la partenza, la partenza in salita, svoltare, frenare, cambiare le marce ecc) e vai inizialmente in posti poco frequentati, con pochissimo traffico (come ad esempio le zone industriali la domenica). Volendo, per sentirti più tranquilla, puoi anche chiedere all’istruttore di un’autoscuola di farti delle lezioni ‘di rinforzo’, lo fanno in molti! ^^

  2. Salve io ancora comicio lunedì le guide. …non ho paura di guidare xche ho guidato la macchina automatica anche se so che nn sarà la stessa cosa…parto già dal fatto che nn lo mai neanche accesa x non parlare della frizione non lo so penso c’è la faro o nn la imparerò mai non lo neanche mai accesa alcuni mi dicono tranquilla con l’istruttore la imparerai poi mio padre mi spiega un po si cose mentre guida e io nn ci capisco una mazza…mi sento che nn riuscirò ad imparalra e un po sono semoralizzata. ..

  3. io non riesco a coordinare bene la frizione con l’accelleratore,quando devo ripartire dopo lo stop mi muore la macchina,oppure sulle rotonde. e un altra cosa in prossimità di una rotonda se sto di 3 per fermarmi metto la 2 ma la macchina mi fa un sussulto il mio istruttore dice che è troppo presto per mettere la 2 ma io non riesco a capire come e quando metterla. ho già fatto una 15 di guide ma ho ancora questi problemi mi sto demoralizzando parecchio come posso fare ?

  4. Ho preso la patente 8 anni fa ma ho guidato circa 500 km in tutto questo periodo. Nel frattempo abbiamo cambiato macchina, questa non ha cambio automatico e mi trovo come la scema più grande del paese perché non mi ricordo come si guida. Adesso mi serve per andare al lavoro ma non riesco a togliermi di dosso la paura guidare… che cosa si può fare? Grazie. Giorgia

  5. @Mary: Ciao Mary, non ti demoralizzare! il più è fatto, la patente l’hai presa! Sarebbe proprio un vero peccato non guidare, ora che hai la patente e la macchina. Capisco la tua paura e il tuo senso di insicurezza, ma è una cosa superabile. Basta che tu non smetta di guidare un pochino ogni giorno, magari insieme al tuo fidanzato, perché no? lui ti può aiutare molto. Potresti eventualmente anche chiedere aiuto al tuo istruttore di scuola guida (o anche un altro istruttore): a pagamento possono farti delle guide extra per rinforzare le tue abilità di guida.

  6. ciao, i tuoi consigli sn utili, però io ho troppa paura della makkina, è da un mese che ho la patente ma è da una settimana che guido, dato che la makkina l’ho avuta da poco,sto facendo dei giri per imparare a portarla, ma a parte che oggi ho fatto spegnere troppo la makkina, nn so xchè sento il piede sinistro che scivola sulla frizione, nn capisco il motivo e poi ho ancora il problema che nn riesco a stare dritta cn la makkina e ho paura di fare dei danni dato che nella mia città oltre a nn rispettare nulla mettono le makkine anche in decima fila, e se striscio mi preoccupo….cmq nn mi sento x nulla in grado di guidare e nn credo che sarò mai brava, è vero è una settimana che guido cn la mia makkina è poco il tempo, so che potrei imparare, xò nn c’è la faccio sn troppo demoralizzata, xchè nn riesco a migliorare qst piccole cose chiamiamole cosi. e poi ad aumentare di marcia ci riesco ma a diminuire no e a volte mi dimentico di averla alta e quando mi fermo se nn me lo ricorda il mio fidanzato ovviamente si ferma la makkina . sn un vero disastro. ci rinuncio

  7. @Simona: Ciao Simona, non ti scoraggiare, il tuo istruttore ha ragione quando dice che è questione di pratica! ^^ In effetti la guida è una cosa che si impara non studiando, o ricordando a memoria certi meccanismi, ma acquisendoli con la pratica (tanta pratica e costante), finché non diventano automatici.
    Per quanto riguarda l’errore di scalare dalla terza alla quarta, invece che dalla terza alla seconda, ciò dipende dal fatto che non ‘afferri’ nel modo corretto il cambio; quando devi mettere il cambio in seconda, non devi afferrarlo nello stesso modo in cui lo afferri per metterlo in quarta, ma nello stesso modo in cui lo afferri quando lo metti in prima! 😉 Ovviamente la direzione di movimento è diversa (in prima verso l’alto, in seconda verso il basso), ma la tua mano deve afferrare il cambio sempre di lato. In terza, in quarta e in quinta, invece, la tua mano afferra il cambio da sopra (come quando, per capirci, tieni in mano il mouse di un pc). Spero che questo ti aiuti a non confonderti più:
    – la seconda: presa laterale (metti la mano in verticale, come se dovessi ‘tagliare’ qualcosa), sposta il cambio giù verso il centro, poi verso di te (senti il ‘punto’ in cui è facile spostarlo), e poi ancora tutto verso il basso;
    – la quarta: presa da sopra, sposta il cambio in basso.
    Allenati tante volte a fare questi movimenti con il cambio, anche a motore spento, e vedrai che non ti sbagli più! 😉
    Per quanto riguarda moderare la velocità quando sei in retromarcia, basta regolarti con la frizione, o anche con il freno; non aver paura, anche qui con un po’ di pratica vedrai che è più facile di quanto sembri. Se stai facendo una manovra in retromarcia e devi andare piano piano, vai sempre su e giù con il piede della frizione (alza e abbassa, alza e abbassa); in questo modo andrai molto piano.

  8. Salve!
    Sto prendendo la patente adesso, dopo anni dai miei 18. Già questo mi fa enti re un’idiota, perché l’età dovrebbe facilitarmi le cose, cioè avendo avuto esperienze che mi hanno dato modo di sviluppare metodo di apprendimento efficaci, sono abituata ad eccellere nelle cose che faccio. Ora noto nei commenti che tutti hanno j miei stessi problemi, anche se il mio istruttore dice che non è un problema, ma mancanza di pratica e basta. Questo però non mi toglie dei dubbi atroci. Ieri provai a fare la partenza in salita, una vera tragedia, alla fine ci riuscii, certo, ma dopo aver sbagliato tre volte. Oppure, il cambio! Anche se sono migliorata molto, lo ammetto, comunque sia faccio ancora errori tipo: scalare dalla terza alla quarta invece che passare in seconda , e così capita che attraverso gli incroci in quarta marcia. Oppure , tendo a non riuscire a moderare la velocità quando faccio la retromarcia, non sempre, ma capita. Non saprei come fare a correggere queste lacune onestamente

  9. @Floriana: Ciao Floriana, posso capire la tua difficoltà, dopo tanto tempo hai dimenticato l’uso del cambio! ;/ Comunque è una cosa recuperabile, non ti preoccupare. Io se fossi in te proverei a fare qualche guida in posti tranquilli, insieme a qualcuno che ti possa aiutare. Non buttarti nel traffico se prima non prendi la mano di nuovo con il cambio, perché potrebbe essere pericoloso. Eventualmente potresti andare in un’autoscuola e chiedere all’istruttore di fare qualche guida anche con lui, spiegandogli qual è il tuo problema. Non è niente di grave, puoi superare questa difficoltà in breve tempo! In bocca al lupo! 😉

  10. Salve,ho preso la patente due anni fa,nonostante le mie fobbie di guidare una macchina..poi per problemi di salute non ho guidato per niente da allora,da un paio di mesi sto guidando la macchina del mio compagno,che e un BMW serie 7,cambio automatico,che e una meraviglia a guidarla!..da due settimane ho acquistato la mia macchina,una Opel astra station wagon,cambio manuale..e qui e il problema!..non so guidarla!..ho dimenticato tutto..sono entrata nel panico, come si fa a ricordarsi…mi sento come ale prime guide..con tanto ansia e paura!..

  11. @mary: Ciao Mary, innanzitutto ti tranquillizzo dicendoti che i tuoi problemi e dubbi li hanno tutte le persone che stanno imparando a guidare, e normalissimo; basta che ti leggi gli altri commenti in questo sito, e vedrai che tutti hanno le difficoltà che hai anche tu, con le marce, i freni, ecc. Non è corretto il tuo istruttore quando ti dice che fai domande stupide; forse lui te lo dice per scherzo, senza cattiveria, però comunque non ti è d’aiuto facendo così; faglielo presente. Eventualmente cambia istruttore, perchè tu stai pagando per avere degli insegnamenti che lui non ti dà: c’è qualcosa che non torna, direi.
    Ora rispondo ai tuoi dubbi:
    – è vero, per capire quando cambiare il trucco è imparare ad ascoltare i rumori del motore: quando il motore “urla”, c’è bisogno di una marcia più alta (ad es, dalla terza, quando senti che il motore urla, metti in quarta); quando invece il motore “borbotta”, “piange”, bisogna scalare ad una marcia inferiore (ad es, dalla terza alla seconda). Per riconoscere questi ‘rumori’ ci vuole un po’ di abitudine. Per avere altri suggerimenti, leggi tutti gli articoli del sito: https://esamepatente.altervista.org/esame-pratico/
    – per quanto riguarda il regolarsi con i freni (frenare bruscamente, ecc), è una cosa che si risolve continuando a fare pratica, con l’abitudine, perchè solo così riuscirai a capire quanto e quando è il momento di schiacciare il pedale del freno e a riconoscere il tempo di frenat della macchina. La cosa importante è che tu impari ad essere reattiva e pronta a frenare se vedi il pericolo. Probabilmente non riesci a frenare davanti alle strisce perché ti viene molta ansia, e questo ti blocca; probabilmente perché non ti senti molto ‘precisa’, e quindi temi di andare troppo in avanti, o di fermarti troppo indietro, e di fare confusione! Inoltre c’è anche la difficoltà di dover tenere d’occhio gli eventuali pedoni, ecc. Per superare questo blocco, intanto cerca di ‘vivere’ la situazione nella tua mente, pensaci più e più volte, a quello che devi fare; poi, quando stai guidando, preparati a rallentare per tempo, vai pianino quando sei in prossimità delle strisce, in modo da aver tempo di vedere bene, e di fermarti con calma (o proseguire, se hai la strada libera).
    Vedi anche: https://esamepatente.altervista.org/attraversamenti-pedonali/

  12. ah un’altra domanda e scusami se ti rompo le scatole ma ho un immenso bisogno di aiuto… oggi x lui sn cm al primo giorno dp 7 guide,e mi sn demoralizzata xchè già ho un problema enorme che è l’ansia e la paura di guidare, dato che da me ci si butta cosi e nn mettono frecce etc… io credo che sia normale averle x ora e nn so se mi paxerà mai… xò dovendo fare l’esame a breve nn riesco ad avere qst sicurezza e fare da sola, la paura aumenta sempre di più, nn ho parenti che possano aiutarmi, da lui vado a gg alternati xkè sn troppo ansiosa e nn riesco a calmarmi e qst peggiora sl la mia situazione, mi sento disperata e vorrei un conforto.. lo so puoi fare ben poco ma x lo meno un consiglio grz mille

  13. grz x il consiglio.. e per gli articoli…volevo chiederti un’altra cosa, dato che il mio istruttore adexo vuole che faccia da sola, xò non mi ha spiegato quando devo cambiare le varie marce… fino a qlc lezione fa me lo diceva lui, adexo dovrei farlo da sola, xò ho difficoltà , cioè in che momento cambiarle… chi guida da molto tempo mi dice che devo sentire un rumore, cosa che x ora nn riesco a percepire, o magari guardando i giri… mi potresti x favore farmi capire? grazie ancora…ah poi per frenare, cm devo regolarmi? spexo sn brusca… xò ho un problema grosso sotto alle strisce nn riesco a frenare cm se avessi un blocco e qst mi preoccupa specie quando sarò sola, x ora c’è l’istruttore che mi aiuta, ma da sola nn riesco e nn so perchè ho qst blokko…mentre quando cè un semaforo x es a volte sn brusca o magari mi fermo un pò troppo distante, cm posso risolvere qst problema? al mio istruttore nn chiedo xchè x lui faccio domande stupide, cosa che nn credo xchè credo sia giusto chiedere x poter imparare
    grz ancora

  14. @Mary: Ciao Mary, non farti troppi problemi, hai appena iniziato a guidare ed è normale che tu non sappia regolarti bene con i pedali, con l’acceleratore, ecc. Se tu sapessi già guidare, non avresti nemmeno bisogno dell’istruttore! ^^ Lui è lì per insegnarti, è il suo lavoro, e si deve impegnare anche lui; invece che annoiarsi, dovrebbe preoccuparsi di come riuscire a spiegarti le cose bene! Perciò digli le cose chiaramente; digli che tu ce la stai mettendo tutta, ma che hai bisogno di aiuto, esercizio, spiegazioni.
    Cerca di esercitarti molto anche per conto tuo, e inoltre leggi tutti gli articoli che ci sono qui:
    https://esamepatente.altervista.org/esame-pratico/
    Ti danno molti consigli su come guidare e ti saranno senz’altro utili per risolvere i tuoi dubbi.

  15. ciao, in questi gg sto facendo pratica con le guide, con oggi sono quattro, però ho ancora delle difficoltà e vorrei sapere se è normale , xchè faccio fatica a regolarmi con l’accelleratore, cioè a volte faccio troppo e a volte poco, il mio istruttore oltre ad arrabbiarsi si annoia xchè già mi vorrebbe pilota, ma io ho anche un pò paura e faccio ancora fatica ad entrare nel concetto. e vorrei sapere ma quando faccio le curve l’istruttore mi fa togliere i piedi dai pedali e quando poi ho attraversato la curva dv accellerare un pò, ma poi dp che velocità devo usare? volevo sapere è normale che ancora nn ho i riflessi cosi pronti x fermarmi quando devo ? xchè sto andando in ansia a causa nn sl di questo ma anche x via del mio istruttore.e quando capisco quando si deve fare il cambio di marcia? spero di exere stata chiara e grazie.

  16. @Lea: Ciao Lea, la partenza in salita è la più difficile da imparare, specialmente se la salita è piuttosto ripida. Leggi questo articolo, ci sono anche qui consigli utili: https://esamepatente.altervista.org/come-coordinare-frizione-freno-e-acceleratore-nella-partenza/
    Se senti un sussulto quando scali dalla terza alla seconda, ciò potrebbe dipendere dal fatto che scali troppo presto; cioè, dovresti frenare un po’ più a fondo, per far andare il motore più giù di giri, e poi scalare; infatti se il motore è troppo su di giri rispetto alla marcia a cui vuoi scendere, avvertirai un ‘sussulto’.

  17. Ciao! A me muore sempre la macchina nella partenza in salita, come mai? Poi mi viene difficile ripartire.
    E inoltre quando scalo da terza a seconda fa un sussulto e non capisco perché

  18. @Luca: Ciao Luca, ti capisco, la macchina a benzina è diversa da guidare rispetto alla diesel! ^^ Ma non ti preoccupare, con la frizione il trucco è proprio quello di imparare a sentire il punto di stacco, quella ‘vibrazione’ di cui parlo nell’articolo qui sopra. Con la macchina a benzina è raro riuscire a partire senza un po’ di acceleratore: devi abituarti ad usarlo. Dopo un po’ di pratica, vedrai che ci riuscirai senz’altro.

  19. @Nadia: Ciao Nadia, non ti preoccupare, è normale che all’inizio la frizione risulti difficile da controllare. Tu non scoraggiarti, continua a provare tanto, tanto, tanto. Di’ al tuo istruttore di spiegarti bene come devi fare, e magari, se puoi, prova anche per conto tuo, a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.