Guida in caso di nebbia – Buoni consigli per guidare in sicurezza

Una fitta nebbia può essere molto insidiosa anche per l’automobilista più esperto. Guidare con la nebbia è difficile perché non riesci a vedere bene la strada, la segnaletica e anche gli altri veicoli. È difficile anche accorgersi per tempo dei pedoni che attraversano la strada, o delle macchine che frenano davanti a te; e a volte potresti avere difficoltà anche scorgere per tempo dei veicoli in sosta, ad esempio in attesa davanti ad un semaforo.
La nebbia rende tutto uniformemente grigio, e potresti sentirti spaventato e ansioso all’idea di accorgerti troppo tardi del pericolo e non riuscire a frenare in tempo.

guidare con la nebbia
Guidare con la nebbia può essere rischioso, perché la visibilità è scarsa e potresti non accorgerti in tempo dei pericoli.

La nebbia è un fenomeno meteorologico che si verifica specialmente in primavera e autunno, stagioni in cui sono frequenti condizioni atmosferiche favorevoli: infatti la nebbia si forma quando, in una situazione di alta pressione, la temperatura scende (di notte, o di prima mattina soprattutto) e allora il vapore acqueo presente nell’aria si condensa in microscopiche goccioline: ecco che allora compare la nebbia, una specie di ‘nube’ che rimane a livello del terreno e che offusca la visibilità.

Viaggiare con la nebbia è difficoltoso a causa della scarsa visibilità e può comportare dei pericoli. Ecco qualche buona pratica per tentare di ridurre al minimo la probabilità di incidenti.

Come guidare con la nebbia:

  • Modera la velocità: la velocità è il fattore di maggior rischio quando la visibilità è scarsa. In autostrada la velocità massima in caso di visibilità inferiore a 100 metri è di 50 km/h, ma sulle strade a carreggiata unica può essere opportuno moderarla ulteriormente. Non prendere come riferimento le velocità che tengono gli altri veicoli.
  • Mantieni la distanza di sicurezza: ciò ti permette di fermarti in tempo nel caso in cui il veicolo che ti precede si arresti o rallenti improvvisamente la sua marcia.
  • Usa i fari in modo corretto: è necessario rendersi visibili, anche di giorno, accendendo i fari anabbaglianti; se c’è molta nebbia, usa anche i fendinebbia anteriori e posteriori (però ricordati di spegnerli quando la nebbia va via). Il fendinebbia posteriore è utile specialmente quando sei l’ultima macchina di una fila ferma davanti ad un semaforo, per renderti visibile, specialmente se c’è molta nebbia e la strada è poco illuminata (però toglilo se arriva un’altra auto dietro di te, perché potrebbe darle fastidio).  È sconsigliabile usare i fari abbaglianti: infatti fanno una luce ‘alta’ che va a riflettersi sulla coltre nebbiosa creando una specie di ‘muro’ luminoso e opaco, con il risultato di limitare ancora di più la visibilità invece che migliorarla.
  • Non viaggiare troppo in prossimità del margine destro della carreggiata perché potresti improvvisamente trovarti a ridosso di un pedone o di un ciclista con il rischio di non riuscire ad evitarli.
  • Evita i sorpassi: con la nebbia i sorpassi sono molto pericolosi.
  • Tieni sempre il volante con entrambe le mani mentre guidi.
  • Usa correttamente le corsie di accelerazione e decelerazione, non entrare e uscire di colpo dall’autostrada.
  • Evita di sostare nelle corsie di emergenza, perché il rischio di essere investiti è elevato; se proprio devi, accendi le luci intermittenti e anche quelle di posizione. È però preferibile sostare su una piazzola di sosta o in un area di servizio.

Come prevenire possibili incidenti:

Prima di partire, informati sulle condizioni meteorologiche; se è prevista nebbia, sarebbe più saggio evitare gli spostamenti in auto se non sono indispensabili. Se invece devi proprio metterti in viaggio comunque, cerca di partire in anticipo, tenendo conto che ci vorrà più tempo per raggiungere la tua destinazione.

Controlla l’efficienza della tua auto: è un requisito fondamentale per averne il pieno controllo in ogni momento e prevenire incidenti; in caso di nebbia, verifica in particolar modo le condizioni degli pneumatici, dei freni, dei fari anteriori e posteriori, dei tergicristalli e lunotto termico.

Img: alexeylitvintsev

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.