Crea sito

La partenza in macchina

La partenza in macchina è sicuramente la prima cosa che ti insegna il tuo istruttore quando vai a scuola guida. Lui ti insegna come partire con la macchina, facendo tutta una sequenza di operazioni che tu dovrai memorizzare e ripetere ogni volta che sali sull’auto. E’ importante, quindi, che tu impari bene e memorizzi tutto ciò che c’è da fare; queste operazioni possono sembrare un po’ banali, ma ti assicuro che sono importantissime, sia per l‘esame della patente (gli esaminatori sono molto attenti proprio a ciò che fai nella partenza), sia per la guida in sé, perché partire bene è importante per avere fin da subito le condizioni indispensabili di sicurezza e comfort.

Una volta saliti in macchina, si devono fare queste azioni:

1. Regolazione del sedile

Regolare il sedile è, ovviamente, la prima cosa da fare. Il sedile va regolato in modo da stare in una posizione che consenta alle braccia di impugnare il volante in modo saldo; le braccia non devono essere completamente distese, né eccessivamente piegate, altrimenti non riusciresti a girare il volante in modo agevole; la schiena non deve sollevarsi dallo schienale del sedile per raggiungere il volante. Al contempo, le gambe devono essere messe in modo da poter raggiungere facilmente i pedali; non devono essere troppo distese, ma nemmeno troppo piegate; insomma, in poche parole bisogna porsi alla distanza giusta. Questo è un video di YouTube che spiega a grandi linee come regolare il sedile:


2. Indossare la cintura

Devi indossare la cintura solo dopo aver regolato il sedile, per l’ovvio motivo che altrimenti, se  la indossassi prima, sarebbe di intralcio nel momento in cui devi spostare il sedile per avvicinarlo o allontanarlo. Nel video qui sopra viene spiegato anche questo punto.

3. Regolare gli specchietti

Non bisogna mai dimenticare di regolare gli specchietti:  quelli laterali ti devono permettere di vedere una parte della fiancata posteriore dell’auto e la strada dietro; quello retrovisore ti deve dare la piena visione del lunotto posteriore. Mentre regoli gli specchietti, simula di stare realmente guidando per metterti nella posizione che, appunto, assumerai nella guida: se stai in posizione troppo rilassata o reclinata mentre regoli gli specchietti, poi quando guidi stai più dritto e non vedi più bene dietro.

IMPORTANTE: anche se gli specchietti sono sistemati in modo da consentirti un’ottima visione, devi comunque prenderli in mano e regolarli lo stesso, spostandoli un pochino di qua e di là, per ‘far vedere’ che tu ci hai pensato e che lo hai fatto. Altrimenti l’esaminatore potrebbe credere che non l’hai fatto perché l’hai dimenticato.

4. Mettere in moto la macchina

  1. assicurati prima che il cambio sia in folle;
  2. schiaccia il pedale della frizione e del freno (quest’ultimo serve ad evitare che la macchina ‘scivoli via’ se è messa in pendenza, altrimenti non serve);
  3. gira le chiavi nel cruscotto; alcune auto si accendono in due momenti (bisogna dare un doppio giro di chiave), altre invece si accendono subito;

5. Controlla le spie luminose nel cruscotto

Questo ti permette di vedere se il freno a mano è inserito (se l’apposita spia è accesa, vuol dire che lo è) e, in genere, se tutto è a posto o se la macchina ha qualche problema (olio, batteria, ecc.). Controlla anche di avere le luci accese: le luci di posizione sono sufficienti nei centri abitati, ma è meglio mettere già i fari anabbaglianti, così se per caso durante la guida esci dal centro abitato sei già a posto, non devi ricordarti di inserirli.

6. Si parte:

  1. metti in prima;
  2. metti la freccia a sinistra;
  3. guarda gli specchietti e poi girati anche con la testa e il busto (basta poco) a controllare i punti morti, cioè quelli che non è possibile vedere con gli specchietti; in poche parole, devi girarti per assicurarti che non ci sia qualcuno che sta arrivando da dietro;
  4. alza il piede della frizione lentamente, finché non senti che la macchina ‘vibra’; togli il piede dal freno e mettilo sull’acceleratore: accelera un pochino e contemporaneamente continua a sollevare gradualmente il piede dalla frizione, finché non si è sollevata del tutto; a quel punto poggia il piede sinistro a sinistra della frizione; con il piede destro puoi continuare ad accelerare (e poi dovrai mettere in seconda) oppure puoi andare avanti piano tenendo in prima senza accelerare o accelerando appena appena. Possono esserti utili questi articoli sulla frizione:

Torna all’indice degli articoli sull’esame pratico:

Esame pratico per la patente B

62 Risposte a “La partenza in macchina”

  1. #Agatha: Ciao Agatha, di che errori si tratta? Comunque se sono piccoli errori non ti preoccupare, è normale non essere perfetti. L’importante è non fare gravi errori! ^^ Non farti prendere dall’ansia e vedrai che tutto andrà bene.

  2. Domani devo confermare per l’esame il 26 febbraio però la mio istruttrice mi dice che ci sono piccoli erori e sono un delusa non so cosa devo fare vi chiedo di aiutarmi grazie..

  3. @Francesca: Ciao Francesca, probabilmente il tuo istruttore ti fa fare così perché in questo modo è più difficile che la macchina ‘muoia’; tu fai come ti dice lui, fidati dei suoi suggerimenti.
    Sì, all’esame devi controllare che le luci di posizione siano accese (si vede dal cruscotto della macchina); se non sono accese, le accendi.

  4. Salve io ho fatto 8 ore di guida con il mio istruttore prima di tutto vorrei chiedere come mai il mio istruttore esige la partenza secondo lei facendomi dare prima gas e poi frizione ???e poi a me non mi a mai fatto accendere le luci di posizione ma all’esame le devo accendere ???

  5. @Tetta: Ciao Tetta, bisogna ancora guardare gli specchietti, ma occorre anche controllare girandosi con la testa nel momento in cui si fa il parcheggio.

  6. Io la patente ce l’ho 16 anni..e ricordo che mentre facevo il parcheggio a s..ho guardato gli specchietti laterali..e’vero che adesso non li puoi usare??

  7. @Bocciato: Mi dispiace moltissimo della tua bocciatura! 🙁 In verità, quando ho scritto l’articolo, la questione ‘luci’ la davo per scontata quando ho scritto di controllare le spie luminose del cruscotto (da lì si vede anche se le luci sono accese); però è meglio che lo specifichi bene, di controllare le luci! Ti ringrazio per avermi fatto notare questa lacuna, ora rimedio subito! 😮

  8. Ma le luci? Sono così banali? Le omettono gli istruttori dandoti sempre la macchina accesa e le omettete pure vuoi???? Mi hanno bocciato perché nel mio essere perfetto in tutto quello che facevo ho dimenticato le luci. Non è tutta colpa mia ma anche di chi non me lo ha fatto diventare naturale. Ricordstevi sempre le luci e mettete quelle di posizione di giorno così non avete problemi!

  9. @Fra: Ciao Fra, il meccanismo vale sempre, sia per le macchine a benzina che per le altre.

  10. @Anna: Ciao Anna, per legge devi fare almeno sei ore di guida obbligatoria con l’istruttore, quindi ti manca un’ora. Per il resto, se ti senti pronta, perché no? Chiedi un parere al tuo istruttore!

  11. Salve !! Io ho fatto fino adesso 5 ore di guida con l’ istruttore e 20 con mio zio. Potrei fare l’ esame a settembre ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.