Corsie di accelerazione (o corsie di immissione)

Le corsie di accelerazione sono anche dette “corsie di immissione” perché permettono di immettersi più facilmente da una strada secondaria in una strada principale; sono concepite apposta per consentire all’auto di aumentare gradualmente la velocità e spostarsi verso la corsia di marcia della strada principale. Sono un po’ difficili perché richiedono una certa prontezza, e anche la capacità di calcolare tempi e velocità degli altri veicoli e del nostro. Fondamentale è l’uso di frecce e specchietti retrovisori. Le difficoltà aumentano nelle strade a scorrimento veloce, nelle autostrade e superstrade: lì bisogna porre la massima attenzione.

Comportamento in corsia di accelerazione:

Quando siamo su una corsia di accelerazione, dobbiamo tenere presente che:

  • dobbiamo dare la precedenza ai veicoli della strada principale;
  • dobbiamo sfruttare la corsia per guadagnare velocità, per accelerare (per questo, appunto, si chiama ‘corsia di accelerazione’).

Ne consegue che è sbagliato:

  • buttarsi avanti senza guardare, senza dare la precedenza agli altri veicoli, pensando che ‘tanto loro mi vedono e rallentano’;
  • andare piano senza fondato motivo: infatti, gli altri veicoli della strada principale stanno correndo ad una velocità molto maggiore della nostra, e se noi andiamo piano siamo un ‘tappo’ per la circolazione, nonché un potenziale pericolo; la corsia di accelerazione va sfruttata per mettersi ad una velocità pari a quella degli altri veicoli.

Corsia di accelerazione andando a destra

Mettiamo il caso che tu sia in una strada secondaria, con velocità 40-50 km/h e che ti debba immettere in una strada principale dove le auto viaggiano ai 70-80 Km/h.

  1. Quando vedi il segnale di preavviso di precedenza, rallenta e scala la marcia; metti in terza.
  2. Quando ti avvicini alla strada principale, controlla come è la situazione con lo sguardo: se ci sono macchine che arrivano da sinistra, quante ce ne sono, a che velocità vanno.
  3. Inserisciti in corsia di accelerazione e metti la freccia a sinistra.
  4. Ora sei nella corsia di accelerazione;  per prima cosa, devi controllare molto attentamente come è la situazione: valuta se ci sono macchine che stanno arrivando da dietro; controlla con gli specchietti retrovisori (entrambi, sia quello laterale alla tua sinistra sia quello in alto). Ci sono delle macchine che stanno arrivando?
    • No, la strada è vuota—> Vai al punto 5.
    • Sì, ci sono macchine —> Valuta quanto sono lontane e quanto sono veloci. Ce la fai a passare avanti a loro?
      • —> vai al punto 5;
      • No—> rallenta, metti in seconda e aspetta che siano passate, poi ti infili dietro di loro (vedi punto 5).
  5. La via è libera. Schiaccia il pedale dell’acceleratore (giù deciso); prima di uscire dalla corsia di accelerazione, controlla che nessuno nel frattempo ti abbia affiancato, girandoti con la testa verso sinistra; se la via è libera, esci dalla corsia di accelerazione, ‘tagliando’ la linea tratteggiata, acquisendo sempre più velocità. Non preoccuparti se senti che il motore urla un po’, è giusto che sia così; la macchina ha bisogno di essere un po’ in tiro, in quella fase; quindi non cambiare marcia finché stai uscendo ‘in taglione’, ma solo dopo che sei definitivamente uscito.

 

Corsia di accelerazione andando a sinistra

In questa foto (fai clic per ingrandire) si vede un incrocio con corsia di accelerazione per chi, giungendo dalla strada secondaria, deve immettersi nella principale svoltando a sinistra.

Corsia di accelerazione

Corsia di accelerazione [clic per ingrandire]

 Immagina di trovarti nella posizione indicata dalla lettera “A”. Tu sei fermo allo STOP e devi immetterti nella strada principale andando a sinistra.

  1. Dai la precedenza prima a chi viene da “1“; poi a chi viene da “2” (è la corsia di chi deve svoltare a destra per entrare nella secondaria, come indicato dal tragitto blu in figura). Aspetta perciò di avere la strada libera da “1” e “2”. Con lo sguardo, valuta già anche la situazione del traffico che viene da destra.
  2. Gira a sinistra ed entra nella corsia di accelerazione. Metti la freccia a destra, per indicare la tua intenzione di spostarti.
  3. Per prima cosa, devi controllare molto attentamente come è la situazione; mantieni la prima marcia e avanza molto lentamente in questa fase di valutazione: valuta se ci sono macchine che stanno arrivando da dietro; controlla con gli specchietti retrovisori (entrambi, sia quello laterale alla tua sinistra sia quello in alto). Ci sono delle macchine che stanno arrivando?
    • No, la strada è vuota—> Vai al punto 4.
    • , ci sono macchine —> Valuta quanto sono lontane e quanto sono veloci. Ce la fai a passare avanti a loro?
      • —> vai al punto 4;
      • No—> vai pianissimo, stai in prima, e aspetta che siano passate; poi infilati dietro di loro (vedi punto 4).
  4. La via è libera. Schiaccia il pedale dell’acceleratore (giù deciso), e metti in seconda rapidamente, prima di cominciare a tagliare; prima di uscire dalla corsia di accelerazione, controlla che nessuno nel frattempo ti abbia affiancato, girandoti con la testa verso destra; se la via è libera, esci dalla corsia di accelerazione, ‘tagliando’ la linea tratteggiata, acquisendo sempre più velocità. Non preoccuparti se senti che il motore urla un po’, è giusto che sia così; la macchina ha bisogno di essere un po’ in tiro, in quella fase; quindi non cambiare marcia finché stai uscendo ‘in taglione’, ma solo dopo che sei definitivamente uscito.

Corsie di accelerazione in autostrada

La corsia di accelerazione in autostrada si trova sempre a destra: cioè, ti troverai sempre nella situazione di entrare in autostrada spostandoti gradualmente verso sinistra, e mettendo la freccia a sinistra. E’ la via più naturale e anche più di ‘buon senso’, se ci si pensa (perché si dovrebbe entrare andando a sinistra?), tuttavia gli incidenti dovuti ad automobilisti che si sono immessi contromano in autostrada non sono così rari, per cui non è superfluo scrivere questa informazione.

La difficoltà di queste manovre consiste nel:

  • saper valutare la velocità delle macchine che corrono nella strada principale usando gli specchietti retrovisori;
  • regolare la nostra velocità in base a quella altrui, con buon tempismo e capacità di reazione.

Gli errori assolutamente da evitare:

  • Buttarsi fuori di colpo a tutta velocità, senza preoccuparsi di dare precedenza, senza mettere la freccia e senza guardare gli specchietti.
  • Non accelerare, immettersi nella strada principale ad una velocità immotivatamente ridotta: la corsia di accelerazione deve servire per guadagnare velocità, per acquisire gradualmente la velocità dei veicoli che corrono sulla principale. Immettersi in una strada ad alto scorrimento andando ai 30 km/h costituisce intralcio e pericolo per gli altri veicoli.
  • Tentennare, mostrarsi indecisi sul da farsi, fare manovre brusche nel momento dell’immissione: ciò può confondere chi viene da dietro, creare nervosismo e pericolo; chi viene da dietro, infatti, non capisce quali siano le nostre vere intenzioni; magari si aspetta che gli lasciamo strada, e poi invece vede che ci buttiamo di colpo e gli tagliamo la strada, o viceversa.
  • Non sfruttare tutta la corsia di accelerazione: buttarsi fuori in anticipo è sbagliato, bisogna sfruttare tutta la corsia di accelerazione per guadagnare velocità; quindi bisogna estendere la nostra immissione per tutta la lunghezza della linea tratteggiata. Buttarsi fuori prima è sbagliato.
  • Sorpassare: il codice della strada vieta il sorpasso nelle corsie di accelerazione.

Vedi tutti i consigli per imparare a guidare:

Esame pratico per la patente B: impara a guidare così come viene richiesto nelle autoscuole.

23 Replies to “Corsie di accelerazione (o corsie di immissione)”

  1. esamepatente Autore dell'articolo

    @Sara: Ciao Sara, per sapere quando è ora di cambiare le marce, devi ascoltare i rumori che fa il motore; se ‘urla’, significa che devi aumentare la marcia; se ‘borbotta’, invece, devi scalare a una marcia più bassa. Se hai difficoltà a sentire questi rumori, chiedi al tuo istruttore di farti fare qualche esercizio mirato.
    Per quanto riguarda l’altra domanda, non ho capito bene quando dici ‘per tornare indietro’; intendi quando fai retromarcia? o quando fai un’inversione?

  2. sara

    salve sono sara a fine mese ho gli esami ho questi problemi alla guida non capisco quando devo cambiare le marce e poi quando E poi quando devo girare lo sterzo per tornare indietro in vado l altra corsi …..mi sapete dire come devo fare che questo non succeda grazie

  3. esamepatente Autore dell'articolo

    @Marta: Ciao Marta! Ormai hai già fatto l’esame, e spero che ti sia andato bene! Comunque sì, se ci sono tante macchine, tu fermati in corsia di accelerazione, tenendoti pronta ad entrare quando si libera un po’ di spazio (di solito le auto ti lasciano strada); nel dubbio, tu comincia ad immetterti piano, guadagnando la strada un po’ alla volta, senza fare entrate brusche.

  4. Marta

    Ciao! Complimenti per il sito! Lunedì ho l’esame è sono molto preoccupata di non passarlo. Il mio istruttore in autoscuola è un tipo brusco e non mi ha mai incoraggiata. A parte questo, volevo chiederle: se entrando in autostrada c’è una fila di macchine e non mi sembra proprio di riuscire ad entrare cosa faccio? Mi fermo in corsia di accelerazione?? Questa cosa mi preoccupa tantissimo perché quando ho provato era tutto libero ma chissà lunedì…. devo fare l’esame a genova, qualche consiglio specifico?
    Grazie mille in anticipo!!

  5. esamepatente Autore dell'articolo

    @Francesca: Ciao Francesca! Mi dispiace di non averti risposto prima, ormai avrai già fatto l’esame, e spero che tutto sia andato bene! 🙂 Cmq in quel frangente, quando esci dall’autostrada, non c’è da fare eccessivamente i ‘pignoli’ sull velocità: nel senso che se anche sei un pochino su di giri e metti in terza, va bene lo stesso. L’importante è che tu rallenti, naturalmente, cercando di farlo in modo graduale. Mettiamo che tu ad esempio sia in quinta, ai 60 all’ora; rallenti, scendi ai 45 (circa), metti in quarta; rallenti ancora, scendi ai 30, metti la terza

  6. Francesca

    Buonasera esame patente. Tra pochissimi giorni ho l’esame pratico..sonk agitatissima e mi sorge un dubbio. Il mio iatruttore mi fa uscire dall’autostrada in terza..ma io ho mille dubbi. Se sono in quinta, a che velocitá devo inserire la terza per poi apprestarmi ad uscire? A tal proposito lui non mi ha mai consigliato a che velocitá si mette una determinata marcia..potete aiutarmi voi? Ad esempio a che velocitá inserire la quarta, la quinta? Grazie mille siete i migliori!

  7. esamepatente Autore dell'articolo

    @Elisa: Ciao Elisa, ti capisco, le corsie di accelerazione sono un punto molto delicato, bisogna stare molto attenti e calcolare bene gli spazi, le distanze, le velocità del proprio e degli altri veicoli che sopraggiungono da dietro. Per fare queste immissioni con disinvoltura occorre farne tante, in modo da superare l’ansia che questa manovra genera di per sè (data la sua particolarità di doversi regolare guardando gli specchietti da dietro, cosa che genera insicurezza). Altrimenti situazioni come quella che hai vissuto tu sono più che normali (e non credere che non capitino momenti di ‘esitazione’, anche a chi ha la patente da anni).
    Il tuo istruttore ti ha detto così per farti capire che la manovra non era fatta bene, ma anche per lui può essere difficile farti capire come dovevi farla; immagino che lui volesse che tu ti immettessi con più decisione e velocità, forse c’era il tempo per farlo, e tu per paura non hai sfruttato l’occasione.
    Comunque c’è anche da dire che con i camion la situazione è più pericolosa, e quindi è del tutto comprensibile che tu ti sia mantenuta ‘cauta’ (anche perché queste sicuramente sono le prime volte che fai questo tipo di manovre).

  8. Elisa

    Salve, tra due settimane ho l’esame e sono parecchio tesa. Quando guido con la mia macchina vado bene, a parte qualche volta con la frizione, ma quando sono a scuola guida mi sembra di tornare a essere alla terza guida, pur essendo alla 16esima. mi sento un po’ a disagio con l’istruttore (visto che non parla e apre bocca solo per dirmi che sbaglio) e il problema principale ce l’ho con l’immissione in autostrada. Ieri abbiamo preso l’autostrada in un casello dove la corsia di accelerazione è corta e posta dopo una curva (ovviamente non stretta, ma la visibilità è più limitata). Quando stavo entrando arrivava solo un camion che si è messo sulla corsia di sorpasso e l’istruttore mi ha detto però di non tagliare così presto la corsia di accelerazione, così non l’ho lasciata ma sono sopraggiunti altri due camion e due macchine ed ero arrivata già alla fine della corsia di accelerazione senza che nessuno mi avesse lasciata passare. La macchina era quasi ferma e mi è venuto automatico mettere la prima per non rischiare che mi si spegnesse. Mi ha detto che è un errore molto grave perché mi sono immessa troppo lentamente ma fondamentalmente non mi ha manco spiegato come comportarmi. Cosa devo fare se esaurisco lo spazio della corsia senza che nessuno mi lasci immettere nella corsia di marcia? Grazie in anticipo e scusate per la lunghezza del messaggio.

  9. esamepatente Autore dell'articolo

    @Ana: Bravissima! 🙂 Sei stata davvero in gamba! Grazie di avermi dato questa bella notizia! Complimenti, e ora goditi la tua meritata patente! ^^

  10. ana

    Ciao a tutti,io ce l’ho fatta. L’esame e durato mezzora tutte e tre le fasi comprese. Prima fase domande teoriche facendomi aprire il cofano tutto bene. Seconda fase parcheggio a s ,una ventina di metri in retromarcia e infine l’inversione di marcia a u in tre tempi. Terza fase si e no 20 min di guida con qualche piccolo intervento da parte dell’esaminatore(ma l’istruttore mi aveva già avvertirà prima che lo avrebbe fatto e che non era per forza niente di preoccupante) del tipo nel dare precedenza mi sollecitava a essere più tempestiva . La tensione era tanta ma nonostante questo sono riuscita a mantenere la concentrazione. Grazie ancora dei consigli e auguri a tutti. Ovviamente e scontato dire che il segreto per arrivare bene all’esame è guidare guidare e di nuovo guidare . Il più possibile. In bocca al lupo a tutti.

  11. esamepatente Autore dell'articolo

    @Sara e Ana: Ciao ragazze, intanto in bocca al lupo, visto che avete entrambe l’esame proprio domani! Sì, la terza marcia di solito va bene quando si è in corsia di accelerazione e anche in corsia di decelerazione. La velocità è più o meno sui 50, non c’è da preoccuparsi se il motore quando ci si immette è un po’ “in tiro” (se urla un po’), anzi, meglio.

  12. ana

    Ciao Sara anche io ho l’esame lunedì e anche a me come a te tocca fare l’autostrada . Il mio istruttore mi dice la terza sia per l’immissione che per l’uscita. Ma tu dai retta a lui perché lui conosce gli esaminatori e quello,che si aspettano. La velocita e quella,entrare in terza dopo,i 50 – 60 la quarta e dopo gli 80 la quinta senza superare i 100km /h e devi tenere d’occhio anche i limiti perché in alcuni tratti si abbassano e di conseguenza devi scalare la marcia. Che dire un Po di ansia riguardo l’autostrada ce l’ho anche io. In bocca al lupo dai forza speriamo,di uscirne vincitrici. Ciao.

  13. sara

    salve…adoro il vostro sito… è davvero di conforto sapere come fare in situazioni del genere perché comunque l’autostrada non vai 50 km/h come in città quindi bisogna essere molto molto concentrati …e io ho davvero paura della velocità…infatti la prima volta che ci sono andata tra un po avevo le lacrime agli occhi talmente andavo forte ( 100 chiariamoci) ..quello che volevo sapere è che velocità devo tenere e soprattutto che marcia è più opportuna quando sono all’ingresso dell’autostrada per poi andare in corsia di accelerazione…e ovviamente anke quando uscire…il mio istruttore dice che sarebbe meglio la 3 marcia sia quando entro sia quando esco…vorrei una vostra opinione siccome ho lunedi l’esame e dovrò andare per mia “fortuna” in autostrada …grazie in anticipo e ancora complimenti per il sito.

  14. esamepatente Autore dell'articolo

    @Cinzia: Ciao Cinzia, il tuo istruttore ha ragione a farti tenere una marcia più bassa, perché se la macchina è in tiro, ha più ripresa, e in quella manovra è meglio che sia così: anche se il motore urla un po’, meglio non cambiare.
    Tuttavia non è scritto da nessuna parte che non si possa tenere la terza in una corsia di accelerazione: dipende dal tipo di strada su cui si sta correndo (velocità, visibilità, traffico, ecc.)

  15. Cinzia

    Salve, durante la guida con il mio istruttore su una strada principale, mi è stato detto che la strada precedente alla corsia di accelerazione, va percorsa tenendo inserita la seconda. Quest’ultima va tenuta inserita anche mentre si percorre la corsia di accelerazione e poi quando ci si trova sulla statale, nella corsia di marcia si passa in terza, poi in quarta e così via. Ho avuto modo di ripercorrere privatamente lo stesso tragitto, ma mi sono inserita sulla corsia di accelerazione già con la terza. Questo rappresenta un grave errore durante l’esame? Grazie.

  16. esamepatente Autore dell'articolo

    @Alberto: Ciao Alberto, l’ideale sarebbe riuscire a capire PRIMA di arrivare alla fine se conviene andare forte e passare, o piano piano perché ci sono macchine (e quindi bisogna dargli il tempo che passino). In teoria, fermarsi dovrebbe essere l’eccezione, quando c’è un ingorgo, traffico molto sostenuto.
    Comunque meglio fermarsi che andare ad invadere la corsia altrui! 😉 Le immissioni sono un po’ rischiose, meglio sempre essere prudenti le prime volte.

  17. Alberto

    Immettendosi in una strada extraurbana principale,se c’è molto traffico (traffico scorrevole e non lento) e le distanze di sicurezza tra i veicoli già immessi non è rispettata,io che mi devo immettere se ho finito lo spazio apposito di accelerazione mi devo fermare?

  18. esamepatente Autore dell'articolo

    @Svetlana: Ciao Svetlana, capisco la tua difficoltà, perché in effetti queste corsie di accelerazione fanno paura. Il trucchetto è quello di inserirsi ‘TAGLIANDO’ gradualmente la linea tratteggiata della corsia di accelerazione, invadendo sempre più la strada in cui ti vuoi inserire. Se tu ‘mangi’ gradualmente lo spazio, corri meno pericolo che se ‘sbuchi fuori’ di colpo. Però, ovviamente, se le macchine sono tutte una dietro l’altra e corrono ad alta velocità, hai fatto bene a fare come hai fatto, cioè aspettare e poi inserirti. Non puoi rischiare di essere investita! 😉

  19. Svetlana

    Salve,
    vorrei dei chiarimenti riguardanti l’uscita da una strada secondaria e l’entrata in una strada principale. All’uscita dalla strada Viale Marconi dovendo poi prendere la Cristoforo colombo sono stata presa dal panico. Nonostante io abbia messo la freccia nessuno dei veicoli mi ha fatto inserire nella corsia di sinistra. Mi sono fermata per aspettare che ci fosse un po’ di spazio per immettermi e devo dire che è stato veramente paesante.
    Quando ci sono tante macchine che vengono tutte insieme ad altissima velocità, come si fa ad immettersi in una corsia? Questa cosa mi fa tanta paura come posso procedere?
    Grazie in anticipo.

  20. esamepatente Autore dell'articolo

    @Simone: Ciao Simone! Nel punto 2: sì, proprio così, prima metti la freccia a sinistra per indicare che vuoi andare a sinistra, e poi, quando sei in corsia, la metti a destra per indicare che vuoi spostarti verso destra.
    Nel punto 3 non è necessario girarsi con la testa: lì stai solo controllando e valutando, bastano gli specchietti. E’ al punto 4, quando stai per uscire, che devi anche girarti con la testa.

  21. Simone

    Buonasera… complimenti per il sito, veramente ben fatto!

    Nel punto 2 prima di spostarmi a Sx bisogna mettere la freccia (a Sx) giusto??
    poi successivamente freccia a Dx per spostarmi sulla Dx ??

    Nel punto 3 oltre a controllare gli specchietti retrovisori devo pure voltarmi con la testa verso destra??

    Grazie per eventuali risposte!

  22. esamepatente Autore dell'articolo

    @Jessica: sì, è proprio così! Se vedi che non puoi uscire fuori in strada, devi rimanere nella corsia di accelerazione, ma devi tenere la PRIMA MARCIA e andare MOLTO PIANO (più lenta delle lumache) finché non passa il camion; dopo puoi accelerare ed entrare in strada tagliando gradualmente.
    Stai tranquilla, sbagliare è normale le prime volte, e queste sono manovre difficili; occorre fare tanta pratica!

  23. jessica

    SALVE,SEMPRE IO. IERI HO SBAGLIATO QUESTO PROPRIO E MI SONO PENTITA PER TUTTA LA NOTTE. LA STRADA è PROPRIO SIMILE A QUELLA NELLA FIGURA,CHE STAVO SULLA CORSIA DI ACCELLERAZIONE,E HO VISTO UN CAMION DA UN Pò DI DISTANZA E SICOME TENEVO LA SECONDO MARCIA A QUEL MOMENTO E HO UN Pò PAURA DI QUEL GROSSO CAMION COSI…ALLA FINE IL CAMION è SEMPRE PIù VICINO E NON ERO USCITA PRIMA.PERò PROBLEMA è CHE POI IL MIO ISTITUTORE MI DICE NON POSSO ANDARE SEMPRE AVANTI SULLA CORSIA DI ACCELERAZIONE E ERO QUASI ANCHE SOPRA LA STRISCIA DELL’ISOLA DI TRAFICO ED LUI ERO ARRABBIATO UN Pò E DICE CHE QUESTA COSA DEL GENERE NON POSSO MAI FARE PIù..QUINDI,SE DEVO ASPETTARE QUEL CAMION CHE PASSA,E SU QUESTA CORSIA DI ACCELERAZIONE DEVO FERMARMI PRIMA DELLE STRISCE GIUSTO? MI DISPIACE CHE NON SO SE HO SPIEGATO BENE..SONO STRANIERA.COMUNQUE GRAZIE DELLA SUA RISPOSTA..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.