Parcheggi

I parcheggi sono lo ‘scoglio duro’ di moltissimi allievi di scuola guida: in effetti, fare un parcheggio è indubbiamente complicato, specialmente se si è alle prime armi. Però i parcheggi che gli esaminatori richiedono all’esame di scuola guida, fortunamente, non sono mai troppo complicati, perché sanno che un allievo non può avere quella abilità nel parcheggiare che spesso non hanno nemmeno i guidatori di lunga data.

L’esaminatore, perciò, eviterà, di norma, di farti parcheggiare in strade molto trafficate e con poco spazio per fare la manovra. Piuttosto ti porterà in strade poco frequentate, e con parecchio spazio, così potrai fare la manovra in poche mosse (e senza pericolo di fare danni!).

I tipi di parcheggi più richiesti sono, di solito:

Per tutti questi parcheggi è fondamentale ricordarsi di:

  • mettere la freccia prima di parcheggiare;
  • mettere la freccia anche quando si esce dal parcheggio;
  • evitare di girare il volante a macchina ferma.
  • andare piano, dosando la frizione.
  • finire il parcheggio con le ruote della macchina diritte.


PARCHEGGIO A SPINA DI PESCE (IN PARALLELO)

Il parcheggio a spina di pesce è quello più facile, tanto che dovrebbe essere talmente intuitivo da non aver bisogno di spiegazioni. E’ fatto in questo modo proprio per permettere agli automobilisti di parcheggiare il più velocemente possibile.

Parcheggio a spina di pesce

PARCHEGGIO A L

Il parcheggio a L si fa quando ci sono i parcheggi ‘a pettine’:
(fatti così:) | | | | |

Nei parcheggi a L è possibile inserirsi in retromarcia, ma è più difficile, di solito all’esame non lo chiedono. Se nessuno dice niente, conviene inserirsi con il muso, normalmente.

COME PARCHEGGIARE:

Immaginando di voler parcheggiare a destra:

  1. Guarda lo specchietto e metti la freccia a destra per segnalare che hai intenzione di parcheggiare.
  2. Vai avanti finché lo specchietto destro non è in linea con la riga di parcheggio.
  3. Gira tutto il volante a destra e inserisci il muso della macchina nel parcheggio.
  4. Gira il volante un po’ a sinistra, in modo da stare adiacente alla parte sinistra del parcheggio.
  5. Controsterza un pochino a destra, in modo da metterti diritto.
  6. Prima di terminare il parcheggio, ricordati di girare il volante per raddrizzare le ruote.

PARCHEGGIO A S (IN RETROMARCIA)

Il parcheggio a S è il tipo di parcheggio più difficile, perché si fa in retromarcia; per farlo bene è importantissimo andare molto piano con la macchina, dosare la frizione per avanzare molto lentamente. Invece i movimenti del volante si devono fare piuttosto velocemente. Ricorda tutto quanto si è detto a proposito della retromarcia.

Nel parcheggio di questo tipo, ti devi affiancare ad un’auto e poi inserirti dietro di lei in retromarcia, come indicato in questa figura.

Fortunatamente, però, a differenza di questa figura, all’esame di solito non hai una macchina anche dietro; solitamente l’esaminatore ti fa parcheggiare in un posto che dietro ha molto spazio libero, quindi sei più tranquillo. Le manovre che devi fare con la tua auto sono comunque quelle che si vedono in figura.

COME PARCHEGGIARE:

  1.  Guarda gli specchietti e metti la freccia a destra per segnalare che vuoi parcheggiare.
  2. Affiancati all’auto di riferimento, tenendoti leggermente in avanti rispetto ad essa.
  3. Metti la retromarcia e, pian pianino retrocedi di poco, finché il retro della tua macchina non è allineato con il retro della macchina di riferimento.
  4. Guarda gli specchietti retrovisori per assicurarti che nessuno stia passando per la strada in quel momento; se non c’è nessuno, gira velocemente tutto il volante a destra (2 giri), sempre retrocedendo molto lentamente. Non muovere il volante da fermo.
  5. Continua ad andare indietro con il volante tutto sterzato, finché non vedi che l’auto si trova ‘a 45° gradi‘.
  6. A quel punto, sterza due giri di volante a sinistra (devi contarli, devono proprio essere due), continuando ad andare all’indietro molto piano.
  7. Ti stai avvicinando al marciapiede; controlla dallo specchietto a destra come ti appare il bordo del marciapiede: quando ‘taglia’ la diagonale dello specchietto, è ora di girare ancora il volante a sinistra, sempre andando indietro molto piano.
  8. Ora non resta che avvicinarsi un po’ alla macchina di riferimento; metti in prima e avanza un pochino, girando il volante per raddrizzare le ruote.

La cosa fondamentale perché questo parcheggio riesca bene è andare molto piano. Impegnati proprio per andare piano, fai finta che devi vincere la gara della lentezza.

Altri sistemi:

Gigi nei commenti suggerisce un altro sistema per fare questo parcheggio; secondo me è valido e può essere molto utile:

“Ci si affianca alla macchina circa a mezzo metro,posteriore con posteriore in linea, 45 gradi chi li trova?ahahah, si inizia a sterzare a dx, giocare di frizione al minimo la macchina deve muoversi lentamente, girarsi e guardare dietro, appena inizia a muoversi il veicolo contare nella mente 1001 1002 1003 1004 senza spazi di tempo sarebbe 1 2 3 4 in secondi regolari, dopo aver contato controsterzare ed il parcheggio è fatto”.

Andando piano e contando, così come ha spiegato Gigi, ti permette di fare la manovra con i tempi giusti.

Emanuela nei commenti ha spiegato questo sistema che le ha insegnato il suo istruttore:

“Prendendo in riferimento una macchina A che sta davanti e una macchina B che sta dietro con me che mi devo inserire fra queste, faccio così:
mi affianco alla macchina A e retrocedo pianissimo…quando la metà del mio finestrino posteriore è in linea con il retro della macchina A giro tutto il volante a destra ed entro pianissimo nel parcheggio sempre guardando dietro in direzione della macchina B; quando non sono più in grado di vedere la macchina B giro tutto il volante a sinistra. Infine raddrizzo le ruote e mi inserisco alla distanza migliore da macchina A e B usando o retromarcia o prima.
Questo è il metodo che mi ha insegnato il mio istruttore e ritengo che sia molto valido”.

 Vedi tutti i consigli per imparare a guidare:

Esame pratico per la patente B: impara a guidare così come viene richiesto nelle autoscuole.

169 Risposte a “Parcheggi”

  1. @Debora: no, di solito arrivata a quel punto non è detto che tu debba girare completamente il volante a sinistra; devi regolarti andando molto piano e guardando dove va la macchina; comunque devi girare a sinistra.
    @Delia: Non credo che ti bocceranno per 30 cm: non mi pare uno spazio così grande. Comunque se vuoi provare ad avvicinarti di più, devi agire sul “punto 7” della manovra: aspetta un attimo in più prima di girare a sinistra; dovresti allora riuscire ad andare un pochino più vicino al marciapiede.

  2. Ciao a tutti. Sto iniziando a fare i parcheggi ma non so perche lascio spazio di 30 cm tra il bordo di marciapiedi e la macchina. Cosa mi consigli? Al esame saro bocciata se lascio questo spazio ?Grazie

  3. Ciaoo la prossima settimana ho l esame e sono un po in crisi con questi parcheggi… Sopra è tutto chiaro tranne un piccolo passaggio che non ho ben capito..una volta che sono con la macchina a 45 gradi e do due giri di volante a sinistra poi li c è scritto di continuare a girarlo verso sinistra..ma di quanto? Devo dare tutto il controsterzo a sinistra?..grazie in anticipo!

  4. o ripreso il foglio rosa per la seconda volta sono stata bravisima ala teoria ,,ma la guida per me e un problema sono stata bociata 2 volte in guida forze no sono preparata insegniante di guida mi sgrida sempre no vai bene ai sbagliato … la prima volta no no guardato gli spechetti guando o sorpasato e la seconda volta no cio dato la precedenza in un incrocio lo data pero nel partire e arivato un altra machina come devo fare esercitarmi di piu datemi un consiglio fra un mese devo fare exame

  5. ciao , io venerdì ho l esame pero ce una cosa che non mi è chiara quando parcheggio a s devo dare la precedenza o devo stare fermo finché passa l altra macchina.

  6. venerdì ho l’ esame di guida
    sto riprendendo la patente x la seconda volta
    la prima l’ ho persa perchè non ho tenuto il conto dei punti ( finiti)
    perciò sospesa.
    spero che vada bene……..

  7. @Gioia: mi dispiace; forse il tuo insegnante aveva dei motivi per averti fatto fare l’esame lo stesso, quel giorno. Spero che l’esame successivo ti sia andato bene!

  8. SALVE SONO GIOIA SONO STATA BOCCIATO DELLA MIA PRIMA ESAME DI GUIDA è CORPA DEL MIO INSEGNATORE NON MI HA FATTO FARE IL PARCHEGIO S NE ANCHE LINVERSIONE DI MARCIA PERO HO PAGATO PER TUTTO MA NON MI HA INSEGNATO NIENTE SOLO LE MARCIE E COME DARE LE PRECIDENZE HO IL MIO LUTTIMO ESAME IL MERCOLEDI 19-12-2012 HO PAURA DI BOCCIARE UNALTRA VOLTA. QUALCHE CONSIGLIO

  9. @Simona: mi dispiace! Ma pensa se avessi fatto questo errore da patentata, e magari avessi fatto un incidente, anche piccolo: sarebbe stato molto peggio. Vedi il lato positivo della situazione: ti eserciti ancora un po’, e poi all’esame sarai molto più brava! 😉
    @lillina: aiutati con l’acceleratore: tieni il piede pronto ad accelerare un pochino (basta poco!) e vedrai che la macchina non si spegnerà più. Di solito all’esame anche l’istruttore ti aiuta in quelle manovre, per cui non preoccuparti troppo.

  10. il mio esame sara’ lunedi e puntualmente per parcheggio e inversziobe in retromarcia mi si spegne la macchina non so piu come fare e l’anzia cresce

  11. ciao io ho avuto l’esame ieri..e sn stata bocciata..perche nn ho dato la precedenza.mentre volevo fare il parcheggio in retromarcia..:(

  12. valentina…devi stare solo tranq…le cose le sai fare altrimenti nn t avrebbero fatto fare l’esame=)te lo dice una ke la notte prima dell’esame nn ha dormito niente, e qnd è salita in makkina x l’esame era perfettamente a suo agio…
    Ps ragazzi v volevo kiedere…ankora m viene un po diff fare il park a l…ma cm punto di riferimento cosa devo prendere?e se nn cè la makkina?!ps ma cosa si intende quando si dice quando sei a metà della tua makkina sterza?

  13. Aiuto!! venerdì prossimo ho l’esame 🙁 speriamo che vada tutto bene!! sono preoccupatissima e ho gia l’ansia!!

  14. RAGAZZI AIUTO….DOPO DOMANI HO L’ESAME DI GUIDA ,MA IL MIO ISTRUTTORE NON MI HA MAI FATTO FARE UN PARCHEGGIO,NEMMENO UNA VOLTA COME FACCIO??

  15. La mia macchina Fiat 600 2001, quando provo a fare e avvicino mio dietro a riga bianca – giro tutto il volante a destra e entro con retro, e poi mi rizulta che sono troppo avvicinata a macchina di mia sinistra… forse meglio guarare non il riga, a fine di macchina chioe angolo della fine di macchina parcheggiata? non so. si, provo, e riprovo. Grazie mille per risposta! ciao

  16. @Kupa Eugenia: è un po’ difficile dare dei punti di riferimento; esercitati, vedrai che provando e riprovando riesci a ‘farti l’occhio’.

  17. Ciao, sono promossa !!! ce lo mio patente !!! per fafore , spiegate a me, quale punto di riferimento a parceggio a pettine fatte cosi ||||||||| per inserire machina con parte posteriore (con il dietro) .Grazie mille !!! mi ricordo che in questo modo di parcheggiare importante la distanza fra me e macchina in parcheggio circa 1,5-2 metri però non mi ricordo il punto di fiferimento…………….

  18. @nicolò: ormai la mia risposta arriva in ritardo… a quest’ora l’esame l’avrai già fatto (e, spero, passato!). Comunque per riuscire a parcheggiare bene devi andare molto piano, e inoltre tieni a mente il punto 7 di questo articolo: guarda lo specchietto a destra, il bordo del marciapiede deve ‘tagliarlo’ in diagonale.

  19. aiuto,lunedì ho l’esame e sbaglio sempre i parcheggi o rimango sempre troppo largo o tocco sempre il marciapiede come posso fare?, non riesco a capire quando devo controsterzare per mettere la macchina alla giusta distanza dal marciapiede, qualche consiglio?

  20. faccio fatica a capire l italiano ,sono straniera
    spero che trovo aiutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.